Insieme per l’Italia!

  • di

7 Agosto, 2020

Se è vero che l’unione fa la forza, questo è senza dubbio il momento giusto per condividere gli sforzi diretti a cambiare, finalmente, il paradigma del nostro Paese per ricondurlo nell’alveo del dettato costituzionale, fortemente ispirato al Cattolicesimo Democratico.

Purtroppo, ed è sotto gli occhi di tutti, siamo ad un passo dalla disintegrazione del nostro Paese, chiamato con urgenza ad agire e ad effettuare scelte epocali che decideranno del nostro destino e segneranno comunque profondamente quello delle future generazioni.

Basti pensare alle gravi ricadute che avranno, sul debito dello Stato, le misure fin qui intraprese e anche, o soprattutto, quelle non intraprese, per incapacità o insipienza, dall’attuale Governo.

Ci stiamo avviando verso l’abbandono al proprio infausto destino di interi settori e distretti produttivi e verso il default della previdenza, previsto a partire dal 2023! E non è tutto…

Senza lo studio approfondito e una lucida analisi della fase che stiamo attraversando e dei cambiamenti intervenuti nella nostra società negli ultimi 30 anni non saremo in grado di elaborare una strategia e una visione organica del Paese e della sua riconfigurazione come sistema autonomo, sia pur interconnesso con l’Europa Unita.

Dobbiamo svegliarci e attivare, senza ulteriori indugi, le nostre capacità, sia nel fare rete sia per tornare a crescere nel nome del confronto e della condivisione.

Per questo Nostra Italia e la storica Democrazia Cristiana, finalmente affrancata con delibera della Corte di Cassazione  dai veti incrociati e dai dissidi interni, intendono adempiere alla loro missione camminando fianco a fianco con quanti, ricordando la lezione di Aldo Moro, intendono rimettere al centro della storia l’Uomo, la Persona Umana con i suoi “doni” ed i suoi valori, promuovendo dignità e solidarietà che sono il vero tessuto connettivo di una comunità che voglia guardare al futuro con una qualche speranza.

Presidente Democrazia Cristiana Emilio Cugliari

Presidente Nostra Italia Francesco Scala

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *